Accidentalmente-si-infortundi Antonio Zuliani

Di fronte a tanti banali incidenti ci si chiede come le persone coinvolte possano essere state così distratte.

Generalmente questi errori sono causati dai comportamenti automatici, ossia dalle classiche “routine”che si sviluppano nella azioni ripetitive. Ad esempio camminare e guidare vengono necessariamente ad avere una soglia di attenzione bassa. A ciò si accompagno a una ridotta attività prefrontale sinistra che ostacola la formazione dei quei ricordi vividi utili ad essere “presente” nelle situazioni che si stanno affrontando.

Un secondo fattore è legato al fatto che la concentrazione su un determinato aspetto di una scena o di un ambiente che stiamo attraversando provoca la sparizione di tutti gli altri. D’altra parte la nostra memoria a breve termine (o memoria operativa) riesce contenere non più di 3 -5 dati. Non stupiamoci, dunque, se attraversando un corridoio ed entrando in una stanza dimentichiamo il perché ci siamo andati: il solo ingresso nella stanza ci bombarda di nuovi stimoli e informazioni, i quali prendono il posto del dato che contiene il motivo del nostro andarci.

Un altro aspetto da prendere in considerazione sono le distrazioni determinati da alcuni banali comportamenti.

Hyman e colleghi hanno studiati i movimenti di 317 persone che attraversavano una piazza. I soggetti furono suddivisi in 4 sottogruppi a seconda che camminassero da soli, camminassero in compagni di un’altra persona, ascoltassero musica o parlassero al telefono.

I risultati elle osservazioni mostrarono che coloro che telefonavano cambiavano dizione 7 volte di più delle altre persone e zigzagavano tra la folla in misura significativamente superiore agli altri tre gruppi. Le persone assorte nelle telefonate, inoltre, riconoscevano e salutavano i passanti solo nel 2,1% dei casi (contro l’11,6% di chi non era al telefono).

Una variabile di questo esperimento consistette nel far entrare nella piazza una persona sopra un monociclo e vestita da clown.

Solo l’8,3% di chi stava usando il telefonino notò il clown, contro una percentuale compresa fra il 32 e il 57% di quelli che non stavano usando apparecchi elettronici, che ascoltavano musica o che camminavano in coppia.

Il cambiamento non viene percepito e viene a macare la consapevolezza situazionale.

Così, nell’eseguire compiti automatici, distratti da un impegno significativo, può capitare di incorre in errori banali: un infortunio o un incidente “per distrazione”.