Analisi di infortuni e incidenti

Nel numero di settembre di “Ambiente&Sicurezza sul lavoro” è stato pubblicato un articolo che si occupa dell’analisi degli incidenti sul lavoro evidenziando le trappole cognitive nelle quali si può incorrere, indipendentemente dal metodo utlizzato.

L’esigenza di capire le cause degli incidenti o degli infortuni avvenuti sul luogo di lavoro ha dato il via allo sviluppo di varie metodiche di analisi.Non sempre però si riesce a ricavare dall’analisi di tali eventi tutto quello che essi potrebbero dare, perché si presta poca attenzione ad alcuni aspetti psicologici in grado di ostacolare il processo di analisi.

La negoziazione nelle situazioni di crisi

negoziazioneRiproponiamo un articolo tratto dal numero 42 di PdE – Rivista di psicologia applicata all’emergenza, alla sicurezza e all’ambiente

di Monica Bonsangue e Antonio Zuliani

 

Nei luoghi di lavoro, siano essi ospedali, istituti di ricovero, uffici pubblici o studi professionali si segnala un crescente aumento di atti aggressivi, per lo più verbali, da parte di utenti o clienti, ma anche tra i dipendenti stessi[1].

La situazione pare estremamente grave in ambito sanitario, al punto tale che Nursind, il Sindacato delle Professioni Infermieristiche, nel 2013 ha avviato una campagna permanente sul territorio nazionale contro le aggressioni al personale sanitario[2].

Dai dati nazionali (ISPESL e Ministero della Salute) si evidenzia una mancanza di formazione specifica degli operatori  del comparto sanitario nel riconoscere e prevenire comportamenti aggressivi ed ostili.

(altro…)

Intervista sugli infortuni

Intervista-infortunidi Antonio Zuliani

Quando si esamina un infortunio sul lavoro si utilizzano spesso le testimonianze delle persone presenti, compreso l’infortunato: ovvero si fa leva sui loro ricordi.

La memoria non è una registrazione di fatti, bensì una ricostruzione nella cui formulazione si mescolano frammenti di memoria reale con altre informazioni, al fine di raggiungere un resoconto ineccepibile. Questo perché il cervello fatica a tollerare un avvenimento incompleto e quindi per raggiungere questo obiettivo va a pescare da altre fonti le informazioni mancanti.

Nella misura in cui l’evento è stato improvviso e inatteso (d’altra parte queste sono le condizioni nelle quali avvengono incidenti ed errori) è importante essere consapevoli di come vengono formulate le domande volte a chiarire l’evento: (altro…)

Aggressività in sanità, Strategie Comunicative

Aggressività-in-sanitàdi Manuela Zorzi

Continua il percorso alla scoperta del fenomeno legato ai comportamenti aggressivi da parte di pazienti e famigliari ai danni dei sanitari.

Uno degli aspetti più importanti da tener presente, così come descritto nel precedente articolo, è la capacità e l’intenzione di intercettare i segnali aggressivi prima che essi sfocino in vere e proprie aggressioni verbali o fisiche. Per fare questo è necessario, così come per la gestione del conflitto vero e proprio, adottare alcuni accorgimenti di tipo comunicativo e comportamentale che possano essere utili a “disarmare” l’aggressore. (altro…)

Accidentalmente si infortuna

Accidentalmente-si-infortundi Antonio Zuliani

Di fronte a tanti banali incidenti ci si chiede come le persone coinvolte possano essere state così distratte.

Generalmente questi errori sono causati dai comportamenti automatici, ossia dalle classiche “routine”che si sviluppano nella azioni ripetitive. Ad esempio camminare e guidare vengono necessariamente ad avere una soglia di attenzione bassa. A ciò si accompagno a una ridotta attività prefrontale sinistra che ostacola la formazione dei quei ricordi vividi utili ad essere “presente” nelle situazioni che si stanno affrontando. (altro…)

Aggressività in sanità

Aggressività-in-sanitàdi Manuela Zorzi

Per aggressività intendiamo la manifestazione di atteggiamenti e comportamenti volti ad arrecare un danno fisico o psicologico ad un’altra persona. Le teorie psicologiche ne mettono in evidenza le diverse sfaccettature nell’intenzionalità, nell’obiettivo, nella componente istintuale e nelle dinamiche emotive che precedono un comportamento aggressivo.

Negli ambienti di lavoro i comportamenti aggressivi , sia nei rapporti tra colleghi sia nei rapporti con terzi come clienti, utenti o pazienti, rappresentano un grosso problema che si ripercuote sul benessere personale, relazionale e sulla produttività e la resa lavorativa.

(altro…)