Statistiche infortuni in un’Azienda Sanitaria

statisticaDiversamente dalle statistiche infortuni elaborate a partire dai dati INAIL, che risentono della primaria finalità assicurativa propria dell’Istituto, le statistiche infortuni prodotte nella Azienda Sanitaria comprendono gli infortuni fino a 3 giorni di prognosi (infortuni in franchigia, non indennizzati dall’INAIL) e gli incidenti a rischio biologico (in genere infortuni- medicazione, senza assenza dal lavoro).

Come evidenziato dalla Piramide degli infortuni riportata in Home page, questi eventi sono certamente più frequenti degli infortuni con più di 3 giorni di inabilità temporanea e degli infortuni gravi. Per questo offrono una base di studio più ampia, quando li si voglia analizzare, e soprattutto coprono quella realtà così caratteristica delle Aziende Sanitarie, rappresentata da imbrattamenti, punture e tagli con possibile esposizione a rischio biologico, che è strettamente connessa alla tipologia operativa e che certamente non si può ignorare. (altro…)

Infortuni e malattie professionali

infortuni e malattieIl tema delle statistiche degli infortuni e delle malattie professionali è seguito da tempo dal Dr. Roberto Agnesi (SPISAL ULSS 9 Treviso), Coordinatore del Programma regionale per l’Epidemiologia Occupazionale del Veneto, che ha redatto, con i suoi collaboratori, uno studio estremamente interessante, dal titolo Infortuni e Malattie Professionali nelle Aziende Ospedaliere e ULSS del Veneto. Anni 2007-2013.

Nello studio “vengono esaminati i dati dei trend temporali degli infortuni, le dinamiche di accadimento più frequenti e gli esiti in termini di salute considerando anche le differenze di genere ed età dei lavoratori”.

Le 2 fonti dei dati sono il Flusso Informativo INAIL- Regioni e i dati ministeriali sul conto annuale. (altro…)