statisticaDiversamente dalle statistiche infortuni elaborate a partire dai dati INAIL, che risentono della primaria finalità assicurativa propria dell’Istituto, le statistiche infortuni prodotte nella Azienda Sanitaria comprendono gli infortuni fino a 3 giorni di prognosi (infortuni in franchigia, non indennizzati dall’INAIL) e gli incidenti a rischio biologico (in genere infortuni- medicazione, senza assenza dal lavoro).

Come evidenziato dalla Piramide degli infortuni riportata in Home page, questi eventi sono certamente più frequenti degli infortuni con più di 3 giorni di inabilità temporanea e degli infortuni gravi. Per questo offrono una base di studio più ampia, quando li si voglia analizzare, e soprattutto coprono quella realtà così caratteristica delle Aziende Sanitarie, rappresentata da imbrattamenti, punture e tagli con possibile esposizione a rischio biologico, che è strettamente connessa alla tipologia operativa e che certamente non si può ignorare.

Insomma, statistiche infortuni elaborate da una singola Azienda Sanitaria possono avere dei limiti per le dimensioni del campione, ma possono dare informazioni importanti per la prevenzione.

Per questo vale la pena di presentare la lunga storia di statistiche infortuni della ULSS 5 Ovest Vicentino, predisposta dal Dr. Alberto Acqua.

L’elaborazione dei dati viene effettuata annualmente per analizzare:

Sezione 1: Tutti gli infortuni;

Sezione 2: Infortuni a rischio biologico;

Sezione 3: Infortuni di movimentazione dei carichi;

Sezione 4: Infortuni con prognosi superiore a tre giorni (IP come da definizione INAIL);

Per le diverse tipologie vengono elaborati indici di incidenza (numero eventi in rapporto al numero di operatori), riportati in serie storica.

I trend in diminuzione degli indici di incidenza e di gravità testimoniano dell’impegno costante per la prevenzione.

Viene inoltre considerata la gravità degli eventi, misurata in termini di giorni di assenza per inabilità.

Vengono esaminati inoltre

  • infortuni per presidio;
  • infortuni per mansione;
  • infortuni per tipo lesione;
  • infortuni per sede lesione;

Interessante il dettaglio sugli infortuni a rischio biologico. Inoltre, anche gli infortuni da movimentazione manuale dei carichi, e gli infortuni per aggressione sono oggetto di una interessante analisi.